QUANDO SCRIVERE

Il lavoro dello scrittore è diverso da quello dell'impiegato, del medico e dell'astronauta. Non appartiene all'ambito del dover fare, ma a quello del poter fare. Non ha, in altre parole orari, regole, costrizioni, deontologie, controllori e cartellini da timbrare. Tutti questi aspetti vengono sostituiti dal rituale quotidiano, una pratica basata sulla ripetizione a cui lo scrittore si sottopone, come un martire cristiano, per la maggior gloria di Dio e della Letteratura.

In questa rubrica sono riunite le daily routine degli scrittori famosi, cioè degli scrittori che "ce l'hanno fatta": e se ce l'hanno fatta, oltre al genio e alla fortuna, devono molto anche al rispetto rigorosissimo, spesso maniacale, della tabella di marcia che si sono autoimposti.

Isabel Allende

Italo Calvino

Truman Capote

Franz Kafka

Raffaele La Capria

Haruki Murakami

Georges Simenon

Anthony Trollope

Commenti

Calliope ha detto…
È vero. Non ci avevo mai fatto caso. Ci sono dei rituali per chi scrive, oltre a buttare sangue :)

Post più popolari