Forza fisica e sensibilità artistica

Quando sono impegnato con un romanzo mi alzo alle quattro di mattina e scrivo per cinque o sei ore. Nel pomeriggio faccio 10 km di corsa o 1.500 metri a nuoto (o entrambe le cose), dunque leggo e ascolto un po' di musica. Vado a dormire alle nove di sera.

Seguo questa routine ogni giorno senza variazioni. La ripetizione in quanto tale diventa la cosa importante; è una sorta di ipnosi. Mi auto-ipnotizzo per raggiungere uno stato mentale più profondo.

Tuttavia mantenere questo ritmo ripetitivo per molto tempo —dai sei mesi a un anno— richiede una grande dose di forza mentale e psichica. In tal senso, scrivere un lungo romanzo è come un training di sopravvivenza. La forza fisica è necessaria tanto quanto la sensibilità artistica.

— Haruki Murakami, The Paris Review, Estate 2004
leggi l'intervista completa

Hammerbrook - City can this really be true?

Commenti

Post più popolari